di Maria Rosaria Mazzella

Il senso più autentico del Regolamento per il Sistema Nazionale di Valutazione, introdotto dal D.P.R. 80 del 28.03.2013, va essenzialmente rintracciato nell’intento di alimentare nelle comunità scolastiche un orientamento a superarsi attraverso la condivisione di processi  di ricerca riflessivi e pro-attivi, piuttosto che un cambiare per non cambiare generativo di ‘prodotti’ definiti ex ante e applicabili in maniera acritica e standardizzata in tutte le realtà scolastiche, magari al solo scopo di adempiere le più recenti disposizioni legislative in materia. L’assunzione di un tal genere di prospettiva, infatti, impedirebbe alle singole scuole di impattare efficacemente una sfida di miglioramento degli esiti ancora in fieri, perpetuando quelle logiche autoreferenziali e retoriche del formalmente dichiarato già registrate nel decennio di attuazione dell’Autonomia Scolastica e che, di fatto, hanno ostacolato l’evoluzione strategica e virtuosa di stadi organizzativi idonei a favorire il passaggio dall’autonomia all’accountability e alla rendicontazione con valore sociale.

Sicuramente questi ritardi -  culturali prim’ancora che gestionali/ strumentali - rappresentano oggi un decisivo e inderogabile nodo da sciogliere: le  riforme della pubblica amministrazione, la definizione di traguardi attesi a livello nazionale (Indicazioni Nazionali 2012), la Legge 107/2015 e gli standard di riferimento del Sistema Nazionale di Valutazione, unitamente ai più sentiti interessi delle famiglie e delle parti sociali verso la qualità del servizio erogato, indurranno sempre più le scuole a materializzare il valore pubblico nella produzione di risultati di apprendimento oggettivamente validi per gli studenti e, più in generale, per la società.

 

   Leggi nella rivista n° 6 2018/2019 pag 15 ...    

Giugno 2019

Giugno 2019

Editoriale

Problematica del bullismo a scuola e iniziative ordinamentali del Governo

di Luciano Lelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: approfondimenti

Prevenire il bullismo: a scuola si può e si deve

di Ivana Summa

 

Il bullismo a scuola: una questione educativa

di Feldia Loperfido e Giuseppe Ritella

 

I PON tra progetti avviati e fondi non spesi 

di Elisabetta Imperato

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: attualità

La scuola possibile (intervista a Luigi Berlinguer)

di Katia Branduardi

 

Cosa sono i progetti PON

di Antonello Pace

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Dal bosco degli gnomi le parole della cura, del rispetto e... dell’attenzione per l’altro e per l’ambiente

di Sabrina Devona

 

“Maestra, il bullo è uno che fa il prepotente”

di Nicoletta Calzolari

 

SCUOLA PRIMARIA

Quando il bullismo si tinge di rosa

di Emanuela Cren

 

Il cuore e la bottiglia

di Gheti Valente

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Bullismo e cyberbullismo: caratteriche li accomunano e li distinguono

di Marco Bardelli

 

L’arte di descrivere, di essere nel mondo

di Michela Agazzani

 

Prevenire il bullismo: si può!

di Barbara Droghini

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Mettere in fila le idee

di Laura Azzoni

 

Cambiamenti climatici? Affrontiamoli con filosofia, anzi con la letteratura

di Anna Alemanno

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

Teatro in carcere: bisogno d’amore

di Lia Peretti

 

Rubriche

Maestri del PASSATO che parlano al PRESENTE

Il rinnovamento educativo e pedagogico di Giovanni Enrico Pestalozzi

di Nicola Serio

 

Scuole che innovano

Il Caffè Filosofico e Finanziario in un Istituto Tecnico-Professionale ad indirizzo commerciale

di Serena Selvaggia Pezone e Domenico Consoli

 

Arte Musica e Spettacolo

High Flying Bird, il sistema Nba e il cinema spiegato ai ragazzi

di Vincenzo Palermo

 

Legislazione e normativa scolastica

Il ruolo del presidente negli organi collegiali

di Anna Armone

 

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo