Le norme vigenti sulla valutazione: dalle disposizioni all’attivazione

di Maria Rosaria Mazzella

Il senso più autentico del Regolamento per il Sistema Nazionale di Valutazione, introdotto dal D.P.R. 80 del 28.03.2013, va essenzialmente rintracciato nell’intento di alimentare nelle comunità scolastiche un orientamento a superarsi attraverso la condivisione di processi  di ricerca riflessivi e pro-attivi, piuttosto che un cambiare per non cambiare generativo di ‘prodotti’ definiti ex ante e applicabili in maniera acritica e standardizzata in tutte le realtà scolastiche, magari al solo scopo di adempiere le più recenti disposizioni legislative in materia. L’assunzione di un tal genere di prospettiva, infatti, impedirebbe alle singole scuole di impattare efficacemente una sfida di miglioramento degli esiti ancora in fieri, perpetuando quelle logiche autoreferenziali e retoriche del formalmente dichiarato già registrate nel decennio di attuazione dell’Autonomia Scolastica e che, di fatto, hanno ostacolato l’evoluzione strategica e virtuosa di stadi organizzativi idonei a favorire il passaggio dall’autonomia all’accountability e alla rendicontazione con valore sociale.

Sicuramente questi ritardi -  culturali prim’ancora che gestionali/ strumentali - rappresentano oggi un decisivo e inderogabile nodo da sciogliere: le  riforme della pubblica amministrazione, la definizione di traguardi attesi a livello nazionale (Indicazioni Nazionali 2012), la Legge 107/2015 e gli standard di riferimento del Sistema Nazionale di Valutazione, unitamente ai più sentiti interessi delle famiglie e delle parti sociali verso la qualità del servizio erogato, indurranno sempre più le scuole a materializzare il valore pubblico nella produzione di risultati di apprendimento oggettivamente validi per gli studenti e, più in generale, per la società.

 

   Leggi nella rivista n° 6 2018/2019 pag 15 ...    

Febbraio 2019

Febbraio 2019

Editoriale

Valutazione interna e valutazione esterna in sinergia: per un servizio non invasivo alla formazione

di Luciano Lelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: approfondimenti

Il circuito della valutazione

di Ivana Summa

 

La valutazione tra esiti e processi

di Loredana De Simone

 

Nuovi paradigmi per la formazione degli insegnanti

di Marco Bardelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: attualità

Le norme vigenti sulla valutazione: dalle disposizioni all’attivazione

di Maria Rosaria Mazzella

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Insegnante di sostegno, educatrice o assistente di base?

di Alessia Sansoni

 

SCUOLA PRIMARIA

Formare per “ben stare”

di Emanuela Cren

 

Imparare... leggendo

di Gheti Valente

 

Arte e fede: “Maria nell’economia della salvezza” Parte seconda

di Monica Piolanti

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Biblioteche, un’occasione irrepetibile di contaminazione fra analogico e digitale

di Gabriele Benassi

 

A voce alta - La forza della parola. Per un progetto di eloquenza a scuola

di Vincenzo Palermo

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

“katà ghèn kai katà thàlassan (per mare e per terra) - Tutti sulla stessa barca”

di Donatella Iacondini

 

Un esempio di intervento migliorativo in una organizzazione complessa e mutevole: la scuola

di Marco Pellizzoni

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

La donna è come l’acqua: un’esperienza di didattica attiva nel CPIA

di Lia Peretti

 

Rubriche

Lettera al Direttore

di Luciano Lelli

 

Maestri del PASSATO che parlano al PRESENTE

Tolstoj: l’utopia di Jasnai Poliana

di Gianni Balduzzi

 

Le Parole della Scuola

Ricerca didattica  

di Luciano Lelli

 

Scuole che innovano

Laboratorio e oltre: progetto “Bio Orientiamoci”

di Lucia Peressini, Claudia Pinti

 

Arte Musica e Spettacolo

“Scappa - Get Out” e l’arte (violenta) della critica sociale

di Vincenzo Palermo

 

Legislazione e normativa scolastica

L’attività deliberativa del collegio dei docenti. La procedura

di Anna Armone

 

Un LIBRO al mese

Federico Rampini, Quando inizia la nostra storia

di Ivana Summa

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo