Formare per “ben stare”

di Emanuela Cren

Affrontare e comprendere il mondo che ci circonda richiede il possesso di conoscenze in continuo divenire ed aggiornamento: dalle home technology alle azioni quotidiane di gestione del tempo professionale e personale, tutto riconduce a saperi e procedure che periodicamente si rinnovano. Ragazzi sempre più giovani costruiscono, nel senso letterale del termine, App e linguaggi che condizionano il nostro vivere, semplificandolo secondo logiche proprie e naturali, di menti in formazione. Si genera un dialogo non facile tra generazioni, dove la flessibilità mentale rappresenta il requisito necessario per non rimanere esclusi, estranei al processo di cambiamento che permea la società e con essa, gli individui che ne fanno parte.

Non è però di per sé condizione sufficiente per poter rispondere alle tante e nuove richieste: necessita di completarsi conla formazione in servizio,il cui ruolo strategico è riconosciuto in tutti gli ambiti professionali, dal commerciale, al sociale, al welfare. Essa nel tempo ha assunto il carattere di obbligatorietà, quale strategia per contrastare il bisogno per le categorie che hanno come utenza l’individuo, mutuando dagli orientamenti del Lifelong Learning[i]e dalla L.107/2015  le direttive per attuare percorsi adeguati alle diverse esigenze.



[i] Il Lifelong Learningviene identificato dalla Comunità Europea come necessità formativa per rendere le società competitive rispetto a conoscenze ed abilità anche al di fuori dei percorsi scolastici istituzionalizzati (https://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/); con tale intento viene stilato il LL Programme in atto fino al 2020, scandito in specifiche aree di intervento. Limitatamente al settore qui indagato, si indicano le parti dedicate alla formazione adulta presenti alla sezione Grundtvig.

 

   Leggi nella rivista n° 6 2018/2019 pag 21 ...    

Giugno 2019

Giugno 2019

Editoriale

Problematica del bullismo a scuola e iniziative ordinamentali del Governo

di Luciano Lelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: approfondimenti

Prevenire il bullismo: a scuola si può e si deve

di Ivana Summa

 

Il bullismo a scuola: una questione educativa

di Feldia Loperfido e Giuseppe Ritella

 

I PON tra progetti avviati e fondi non spesi 

di Elisabetta Imperato

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: attualità

La scuola possibile (intervista a Luigi Berlinguer)

di Katia Branduardi

 

Cosa sono i progetti PON

di Antonello Pace

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Dal bosco degli gnomi le parole della cura, del rispetto e... dell’attenzione per l’altro e per l’ambiente

di Sabrina Devona

 

“Maestra, il bullo è uno che fa il prepotente”

di Nicoletta Calzolari

 

SCUOLA PRIMARIA

Quando il bullismo si tinge di rosa

di Emanuela Cren

 

Il cuore e la bottiglia

di Gheti Valente

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Bullismo e cyberbullismo: caratteriche li accomunano e li distinguono

di Marco Bardelli

 

L’arte di descrivere, di essere nel mondo

di Michela Agazzani

 

Prevenire il bullismo: si può!

di Barbara Droghini

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Mettere in fila le idee

di Laura Azzoni

 

Cambiamenti climatici? Affrontiamoli con filosofia, anzi con la letteratura

di Anna Alemanno

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

Teatro in carcere: bisogno d’amore

di Lia Peretti

 

Rubriche

Maestri del PASSATO che parlano al PRESENTE

Il rinnovamento educativo e pedagogico di Giovanni Enrico Pestalozzi

di Nicola Serio

 

Scuole che innovano

Il Caffè Filosofico e Finanziario in un Istituto Tecnico-Professionale ad indirizzo commerciale

di Serena Selvaggia Pezone e Domenico Consoli

 

Arte Musica e Spettacolo

High Flying Bird, il sistema Nba e il cinema spiegato ai ragazzi

di Vincenzo Palermo

 

Legislazione e normativa scolastica

Il ruolo del presidente negli organi collegiali

di Anna Armone

 

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo