Quando lo studio diventa una risorsa che modifica in meglio il corso della vita

di Mimosa Crestani

Quando gli studi si compiono in età scolare regolare, molto spesso non se ne apprezza a sufficienza l’utilità e si studia solamente perché si deve. Quasi sempre lo studio è visto dai ragazzi/e molto giovani come una seccatura, un obbligo, una costrizione insensata.

Quando lavoravo nel diurno, mi sono trovata spesso ad affrontare situazioni simili.Studenti demotivati o scoraggiati dalla mancanza di prospettive che la vita odierna sembra riservare? Mi chiedevo all’inizio della mia carriera. Oggi, al mio settimo anno di lavoro al C.P.I.A., conosco la risposta: semplicemente troppo giovani per comprendere l’importanza dello studio e l’aiuto che può dare nell’affrontare una vita senza dubbio più comoda ma di fatto sempre più difficile.

Nel corso del mio primo “magico” anno in questa scuola, ho potuto toccare con mano la gioia di apprendere degli studenti adulti che, ormai privi dell’impazienza adolescenziale, studiavano volentieri, certi fin dall’inizio della direzione in cui desideravano che lo studio li conducesse.

Avevo una bellissima classe serale anche a Caldiero. Non era numerosa, ma la vita palpitava in essa: non scorderò mai quei ragazzi/e, con la loro voglia di vivere affrontando la vita giorno per giorno, una vita che non era certo stata generosa e benevola con loro, ma dinanzi alle difficoltà non si erano mai abbattuti, rialzandosi da ogni caduta sempre più forti.

 

   Leggi nella rivista n° 9 2018/2019 pag 45 ... 

Giugno 2019

Giugno 2019

Editoriale

Problematica del bullismo a scuola e iniziative ordinamentali del Governo

di Luciano Lelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: approfondimenti

Prevenire il bullismo: a scuola si può e si deve

di Ivana Summa

 

Il bullismo a scuola: una questione educativa

di Feldia Loperfido e Giuseppe Ritella

 

I PON tra progetti avviati e fondi non spesi 

di Elisabetta Imperato

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: attualità

La scuola possibile (intervista a Luigi Berlinguer)

di Katia Branduardi

 

Cosa sono i progetti PON

di Antonello Pace

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Dal bosco degli gnomi le parole della cura, del rispetto e... dell’attenzione per l’altro e per l’ambiente

di Sabrina Devona

 

“Maestra, il bullo è uno che fa il prepotente”

di Nicoletta Calzolari

 

SCUOLA PRIMARIA

Quando il bullismo si tinge di rosa

di Emanuela Cren

 

Il cuore e la bottiglia

di Gheti Valente

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Bullismo e cyberbullismo: caratteriche li accomunano e li distinguono

di Marco Bardelli

 

L’arte di descrivere, di essere nel mondo

di Michela Agazzani

 

Prevenire il bullismo: si può!

di Barbara Droghini

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Mettere in fila le idee

di Laura Azzoni

 

Cambiamenti climatici? Affrontiamoli con filosofia, anzi con la letteratura

di Anna Alemanno

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

Teatro in carcere: bisogno d’amore

di Lia Peretti

 

Rubriche

Maestri del PASSATO che parlano al PRESENTE

Il rinnovamento educativo e pedagogico di Giovanni Enrico Pestalozzi

di Nicola Serio

 

Scuole che innovano

Il Caffè Filosofico e Finanziario in un Istituto Tecnico-Professionale ad indirizzo commerciale

di Serena Selvaggia Pezone e Domenico Consoli

 

Arte Musica e Spettacolo

High Flying Bird, il sistema Nba e il cinema spiegato ai ragazzi

di Vincenzo Palermo

 

Legislazione e normativa scolastica

Il ruolo del presidente negli organi collegiali

di Anna Armone

 

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo