La P4C: da piccoli filosofi a uomini consapevoli

di Carmen Russo

“Lo studio della filosofia non è una strada sicura per diventare leader intellettuali, ma avvicina gli studenti alle forze che creano le idee e le rendono potenti, e dovrebbe aumentare in essi competenza esperta nell’uso degli strumenti attraverso cui le idee guida dell’umanità sono prodotte e validate” J. Dewey, The Study of Philosophy, 1910-1911.

Questo il pensiero sempre attuale di colui che è stato uno dei più influenti pedagogisti statunitensi. È proprio l’importanza formativa e didattica della filosofia l’argomento oggetto di una ricerca condotta solamente 3 anni fa in Gran Bretagna dall’Education Endowment Foundation. L’indagine, che coinvolse circa 3000 bambini di 48 scuole, mirava a rilevare gli effetti dell’insegnamento della filosofia negli alunni della scuola primaria, in particolare negli studenti di età compresa fra i 9 e i 10 anni. Ai piccoli partecipanti all’esperimento sono stati proposti concetti base di logica e strumenti di apprendimento tali da renderli capaci di migliorare la loro abilità nel porsi interrogativi, oltre che la capacità di fare ragionamenti e di elaborare concetti. I risultati della ricerca effettuata hanno rivelato un incremento dei livelli di apprendimento in discipline basilari come l’aritmetica e la scrittura. Inoltre, sono stati riscontrati notevoli miglioramenti anche fra gli allievi più svantaggiati. Infatti, da quegli studi è emerso che essi traggono, rispetto agli altri studenti, maggiori benefici dagli insegnamenti filosofici, in quanto si sentono più liberi di esprimersi.

 

   Leggi nella rivista n° 8 2017/2018 pag 34 ...    

Aprile 2018

Sommario

Editoriale

La “buona didattica” è inclusione

di Ivana Summa e Luciano Lelli

 

TEMI DI SCUOLA

Ambienti di apprendimento e tipologie dell’inclusione

di Luciano Lelli

 

Per una scuola inclusiva

di Gian Carlo Sacchi

 

Metodologie emergenti e tradizione pedagogica in dialogo per una didattica innovativa

di Feldia Loperfido, Giuseppe Ritella

 

PROBLEMI DI SCUOLA

I bisogni speciali degli allievi adottati

di Filippo Cancellieri

 

Orientamento e continuità: fondamenta e sviluppi

di Giavanna Strano

 

Le certificazioni per la lingua inglese secondo il quadro comune europeo

di Giuseppe Tria

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

La scienza in bottiglia

di Laura Rossi

 

Ambienti inclusivi

di Bianca Martino

 

SCUOLA PRIMARIA

Fare, disfare e riadattare: quando il docente è un artigiano del sapere

di Emanuela Cren

 

La P4C: da piccoli filosofi a uomini consapevoli

di Carmen Russo

 

Progettare percorsi interdisciplinari tra linguaggi corporei, espressivi e artistici

di Nicola Serio

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

“Pezzi di Me in Pezzi” l’autoritratto tra realtà e finzione

di Francesca Falsetti

 

Alla ricerca di un ambiente d’apprendimento inclusivo: due esperienze trasversali

di Mariacecilia Pardi

 

Ambiente di apprendimento e apprendimento significativo

di Claudia Pinti

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

Leggere lo sport, un binomio da maratoneti dell’inclusione

di Anna Alemanno

 

Inclusione vs Integrazione

di Loredana De Simone

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

Apprendimento collaborativo e Sviluppo professionale dei Docenti

di Patrizia Corasaniti

 

RUBRICHE

 

Arte Musica e Spettacolo

Per un’educazione all’affettività a scuola: Corpo e anima di Ildikó Enyedi

di Vincenzo Palermo

 

Legislazione e normativa scolastica

La formazione dei docenti. Ci sono novità nel CCNL 2018?

di Anna Armone

 

Un libro al mese

I turbamenti dell’allievo Törless, di Robert Musil, e Il giovane Holden, di Jerome David Salinger

di Luciano Lelli

 

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo