“Ritratto di spalle” l’eroe romantico e i rapper maledetti

di Francesca Falsetti

Il modo in cui l’uomo di oggi vive e percepisce il tempo è profondamente condizionato da quello che potremmo definire cambiamento di segno del futuro. Dopo secoli di ottimistiche previsioni di figli che superavano in agiatezza e longevità i genitori, assistiamo nella civiltà occidentale contemporanea, al passaggio da una fiducia smisurata a una diffidenza altrettanto estrema nei confronti del futuro.Freud scriveva che “in mancanza della felicità gli uomini si accontentano di evitare l’infelicità” e per fare questo si sono affidati allo sviluppo industriale prima e a quello tecnologico poi. Purtroppo la promessa non si è realizzata: lo sviluppo delle scienze, infatti, non ci ha installati in un universo disaperi deterministici e onnipotenti, tali da consentirci di dominare la natura e il divenire, ma al contrario il XX secolo ha segnato la fine dell’ideale positivista gettando gli uomini nell’incertezza, dando il via a un’epoca dominata da quelle che Spinoza chiamava le “passioni tristi”, ovvero dall’impotenza e dalla disgregazione. Questo accade poiché le questioni che la scienza esclude per principio, sono quelle che riguardano proprio il senso o l’assenza di senso dell’esistenza umana e quindi le questioni più scottanti della nostra epoca.Per blandire gli animi, la nostra società avvalla l’idea che tutto sia possibile,in un delirio di libertà onnipotente, strettamente legata al dominio di sé e degli altri: dobbiamo fare di tutto per vincere il destino e assumere il comando della nostra vita; ma la libertà di agire come si vuole,conciliata con il destino, ci installa in una dimensione di fragilità, dovuta all’interdipendenza con gli altri, connessi a noi da una serie di legami.

 

   Leggi nella rivista n° 5 2018/2019 pag 42 ...    

Aprile 2019

Aprile 2019

Editoriale

La funzione educativa della famiglia e della scuola: uno sguardo alla storia e all’attualità

di Luciano Lelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: approfondimenti

La funzione sociale della scuola alla base del rapporto con le famiglie

di Ivana Summa

 

Dalle funzioni dei sistemi educativi al ruolo dei docenti

di Feldia Loperfido e Giuseppe Ritella

 

La centralità della comunicazione nei processi di insegnamento-apprendimento

di Elisabetta Imperato

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: attualità

Dalla classe alla famiglia e ritorno: quali gli “step” per una comunicazione virtuosa ed efficace?

di Emanuela Cren

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Le nostre famiglie

di Nicoletta Calzolari

 

“Leggiamo per crescere insieme”: nascita di una biblioteca scolastica

di Laura Rossi

 

SCUOLA PRIMARIA

Sociale, che abilità!

di Rita Quinzio

 

A scuola di filosofia. Come educare a pensare con la filosofia delle emozioni

di Gheti Valente

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

L’incontro con il “testimone”, tra storia e memoria

di Alessandro Ferioli

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

La formazione per una didattica efficace

di Loredana De Simone

 

La seconda prova scritta del nuovo esame di Stato

di Marco Pellizzoni

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

Il C.P.I.A.: il mondo in classe

di Mimosa Crestani

 

Rubriche

Lettera ad Direttore

di Ivana Summa

 

Maestri del PASSATO che parlano al PRESENTE

Anton Semënovič Makarenko 

di Gianni Balduzzi

 

Le Parole della Scuola

Flipped Classroom

di Luciano Lelli

 

Scuole che innovano

Scuole innovative da tutto il mondo

di Marco Bardelli

 

Arte Musica e Spettacolo

Visita al Museo: tra il dire e il dare, tra storia narrata e passato affidato

di Nicoletta Tomba

 

Legislazione e normativa scolastica

La comunicazione scuola-famiglia. I fondamenti giuridici e i diritti sottesi

di Anna Armone

 

Dall’ufficio di segreteria...

La scuola dopo quasi 20 anni ha un nuovo regolamento di contabilità

di Marsa Bassani

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo