Per un’educazione alla cittadinanza digitale

di Elisabetta Imperato

Il tema del digitale si impone oggi a tutti i livelli della vita sociale e in particolar modo investe le modalità di concepire la formazione in ogni ordine e grado. Di qui l’urgenza di ripensare l’educazione alla cittadinanza, fine prioritario di ogni istruzione, per garantire lo sviluppo di competenze digitali imprescindibili nell’esercizio di nuovi diritti.

Il recente Manifesto per la cittadinanza digitale, sottoscritto da esperti della comunicazione e da ricercatori, ha come obiettivo presentare un’area di riflessione sui cambiamenti, apportati dal web, alla partecipazione, ai processi decisionali e alla politica in generale e si divide in quattro parti. Nella prima, dal titolo “Dalla società alle reti connettive”, si assiste all’emergere di nuove modalità di contrattualità sociale, riservate non più solo ai cittadini ma anche al non umano che influenzerà sempre più le nostre scelte: dagli algoritmi ai big data e alle forme di intelligenza artificiale. In tale contesto, si dice, anche le foreste, il clima, le emissioni di Co2 “hanno preso la parola” influenzando i nostri comportamenti e le nostre scelte. Si prospettano nuove reti di dati e architetture di connessioni capaci di sviluppare forme di intelligenza distribuite che fanno emergere in rete ogni tipo di superficie. La nostra pelle si estende, trasformandoci in cittadini e cittadine di nuove galassie di bit e abitanti dell’intera biosfera. Le stesse forme di appartenenza si modificano e si fanno plurime  e a-topiche,cosicché l’era della cittadinanza digitale ci emancipa dalle tradizionali forme legate ai confini fisici degli stati nazionali.

 

   Leggi nella rivista n° 5 2018/2019 pag 50 ...    

Febbraio 2019

Febbraio 2019

Editoriale

Valutazione interna e valutazione esterna in sinergia: per un servizio non invasivo alla formazione

di Luciano Lelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: approfondimenti

Il circuito della valutazione

di Ivana Summa

 

La valutazione tra esiti e processi

di Loredana De Simone

 

Nuovi paradigmi per la formazione degli insegnanti

di Marco Bardelli

 

TEMI E PROBLEMI DI SCUOLA: attualità

Le norme vigenti sulla valutazione: dalle disposizioni all’attivazione

di Maria Rosaria Mazzella

 

SCUOLA DELL’INFANZIA

Insegnante di sostegno, educatrice o assistente di base?

di Alessia Sansoni

 

SCUOLA PRIMARIA

Formare per “ben stare”

di Emanuela Cren

 

Imparare... leggendo

di Gheti Valente

 

Arte e fede: “Maria nell’economia della salvezza” Parte seconda

di Monica Piolanti

 

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

Biblioteche, un’occasione irrepetibile di contaminazione fra analogico e digitale

di Gabriele Benassi

 

A voce alta - La forza della parola. Per un progetto di eloquenza a scuola

di Vincenzo Palermo

 

SCUOLA SECONDARIA II GRADO

“katà ghèn kai katà thàlassan (per mare e per terra) - Tutti sulla stessa barca”

di Donatella Iacondini

 

Un esempio di intervento migliorativo in una organizzazione complessa e mutevole: la scuola

di Marco Pellizzoni

 

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI

La donna è come l’acqua: un’esperienza di didattica attiva nel CPIA

di Lia Peretti

 

Rubriche

Lettera al Direttore

di Luciano Lelli

 

Maestri del PASSATO che parlano al PRESENTE

Tolstoj: l’utopia di Jasnai Poliana

di Gianni Balduzzi

 

Le Parole della Scuola

Ricerca didattica  

di Luciano Lelli

 

Scuole che innovano

Laboratorio e oltre: progetto “Bio Orientiamoci”

di Lucia Peressini, Claudia Pinti

 

Arte Musica e Spettacolo

“Scappa - Get Out” e l’arte (violenta) della critica sociale

di Vincenzo Palermo

 

Legislazione e normativa scolastica

L’attività deliberativa del collegio dei docenti. La procedura

di Anna Armone

 

Un LIBRO al mese

Federico Rampini, Quando inizia la nostra storia

di Ivana Summa

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo