Senza cattedra - sugestioni per una didattica equa e sostenibile

Filippo Cancellieri

Senza Cattedra

Suggestioni per una didattica equa e sostenibile

Euroedizioni 2022  - Pagine 120,  euro 20,00

Tramontata la stagione delle (contro) riforme ordinamentali, dall'autonomia alla buona scuola, imperversano le retoriche meritocratiche e si invoca il ritorno al nozionismo elitario e direttivo dei bei tempi andati, inviso alla pedagogia democratica e popolare di Montessori, Dolci, Lodi, Milani. Ispirarsi a questi maestri per riattualizzarne il pensiero e le esperienze potrebbe essere oggi la via per entrare in sintonia con le culture dei giovani, interpretarne i bisogni e i codici, puntare sul loro protagonismo per motivarli allo studio e all'impegno. Non avremo, tuttavia, una istruzione equa, inclusiva, coinvolgente, efficace continuando a dissipare tempo ed energie in anacronistici rituali d'aula e nelle procedure oppressive e vessatorie della buro-didattica.

 

Indice

 

Introduzione-

Simboli, totem e rituali d'aula-

Domani compito in classe-

Eppur si boccia-

Inclusione, oltre la retorica-

Nelle spire della burocrazia-

L'irruzione del cigno nero-

Prevenire e prevedere-

Luoghi di apprendimento-

Il valore del tempo-

Insegnare non è un pranzo di gala-

Gioco in difesa-

Dalla parte dei genitori-

Parabole-

Pensieri eretici e impertinenze-

Epilogo-

Note-


 

 

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo